Castello Reale di Sarre

14/07/2020

Le vicende del Castello Reale di Sarre, che domina l’accesso all’alta Vale, si snodano lungo mille anni di storia. Sorto tra XI e XII secolo sotto la giurisdizione dei signori di Bard, in seguito appartenne a varie famiglie illustri fino alla completa ricostruzione voluta, all'inizio del Settecento, dall’audace imprenditore Jean-François Ferrod. La dimora fu acquistata nel 1869 da Vittorio Emanuele II di Savoia, il Re cacciatore, che ne fece una delle sue residenze venatorie preferite, di cui sono testimonianza le insolite decorazioni a tema che creano un effetto finale fuori dal comune.

Al piano terra la Galleria d’accoglienza ospita i ritratti, dipinti o scolpiti, dei componenti della stirpe sabauda; al primo piano si aprono le sale dell’appartamento reale con la suggestiva Galleria e il vasto Salone. Al secondo piano è illustrata la storia della dinastia sabauda nel corso del XX secolo.

Condividi   

Archivio

Ultime news