La Valle d'Aosta in pillole

Museo 08/09/2019

I castelli primitivi

Nel medioevo la riscossione di pedaggi conferiva potere e reddito, e la Valle d'Aosta era un passaggio obbligato verso i valichi alpini. In un territorio privo di controllo diretto era facile appropriarsi delle terre fuori dai centri abitati ed elevarsi al rango di signori: nacquero così castelli, torri e caseforti che, da punti elevati, dominavano vaste aree.

In Valle d'Aosta, i primi castelli sorsero tra l'inizio dell'XI e il XII secolo, spesso su fortificazioni precedenti. Erano costituiti da un torrione, o donjon, cinto da mura. Le cappelle al loro interno testimoniano la semplicità dell'architettura religiosa romanica.

L'evoluzione residenziale

Nei secoli successivi, le funzioni residenziali, prima distribuite in edifici distinti, sono accorpate in un unico fabbricato e iniziano a prevalere sugli elementi difensivi, come nel Forte di Bard e nel Castello di Verrès.

Il Castello di Fénis — austera dimora tardogotica adattata alla vita cortese — e il Castello di Issogne completano l'evoluzione verso il palazzo signorile urbano.

Dal 28 settembre il ricco patrimonio storico della Valle d'Aosta entra nel tuo Abbonamento Musei!

Condividi   

Ultime news

Nella moderna Aosta, sviluppata dentro e fuori le mura della città di 2000 anni fa, si possono scorgere chiaramente...
Leggi di più...
Il Teatro romano di Aosta è uno dei capolavori dell’architettura provinciale romana dell’Alto Impero. La monumentale...
Leggi di più...
L'area archeologica di Saint-Martin-de-Corléans ad Aosta, rinvenuto nel 1969 nella periferia occidentale della città...
Leggi di più...
Fondato intorno all’anno mille dai Benedettini dell’abbazia piemontese di San Benigno di Fruttuaria, poi passato ai...
Leggi di più...